Itinerari Vico Del Gargano

Chiesa del Carmine

Costruito intorno alla seconda metà del Seicento, in sostituzione del vecchio Convento dei Carmelitani che, proprio in quegli anni, era stato soppresso. La Chiesa si lascia notare per la particolare facciata: essa ingloba la torre campanaria, generalmente adiacente alla Chiesa. Inoltre, presenta sul portale un importante bassorilievo in pietra, raffigurante tre monti sormontati da una croce, simbolo della "Casa madre Tremitense".

Chiesa della Misericordia

La data riportata sul portale, 1626, non indica l' anno di costruzione della Chiesa. Essa si riferisce ad un successivo intervento di restauro, voluto dalla Confraternita devota a Santa Maria della Misericordia. Interessante l' organo datato 1861 che si trova all' interno della Chiesa.

Chiesa di San Giuseppe

La Chiesa è composta da un' imponente navata centrale alla quale pare aggrapparsi una piccola navata laterale. Al suo interno potrete ammirare una splendida statua lignea raffigurante il Cristo Morto.

Chiesa di San Marco

Una convenzione datata 1607 vuole che la Chiesa sia stata costruita da una popolazione forestiera proveniente dalla Dalmazia. All' interno della Chiesa si trovano due splendidi altari, raffiguranti rispettivamente la Madonna delle Grazie e San Marco.

Chiesa di Santa Maria Pura

La Chiesa, risalente al Seicento, si trova in prossimità di un torrente dal quale nasce l' Asciatizzi, una delle uniche acque perenni del Gargano.

Chiesa di Santa Maria degli Angeli

Sul sagrato della Chiesa si trova una maestosa, bellissima quercia plurisecolare. Si tratta di un raro esemplare appartenente all' antica selva garganica che, un tempo, occupava l’intero territorio di Vico.

Chiesa di San Pietro

Il ritrovamento di alcune carte storiche dimostra che questa Chiesa esisteva già al tempo dei Normanni. Alla fine del 1700, la Chiesa venne trasformata nella sede del cimitero di Vico del Gargano. Dopo quelli di Pisa e Napoli, quello di Vico del Gargano fu il terzo cimitero ad essere istituito in Italia al di fuori delle mura della città.

Il Castello

La costruzione del Castello si deve ai Normanni. Fu però Federico II di Svevia ad ampliare l' originaria fortezza, conferendole l' ’aspetto definitivo. Attualmente il Castello rappresenta una delle principali emergenze artistiche di Vico del Gargano: nonostante il suo aspetto diroccato, esso trasuda memoria storica, una memoria che, tuttavia, non ha potuto essere tramandata sino a noi da fonti scritte.